In Italia, è essenzialmente un mediatore, ovvero, una persona che mette in relazione due o più parti per la conclusione di un affare. Agevola, la conclusione di una compravendita immobiliare o di una locazione. Si interessa, per lo più, di abitazioni di tipo residenziale, commerciale, ma anche terreni e attività produttive. In altri paesi, invece, soprattutto in quelli anglofoni, la figura dell’agente immobiliare è più vicina a quella di un mandatario.

La differenza fondamentale tra mediatore e mandatario consiste nel fatto che il mediatore tutela gli interessi di entrambe le parti (venditore e acquirente) e, pertanto, riceve la provvigione da entrambe le parti; invece, il mandatario a titolo oneroso riceve l’incarico da una sola parte, venditore o acquirente, e solo di questa tutela gli interessi e solo da questa riceve perciò il compenso. Negli ultimi anni, è esplosa quest’ultima metodologia di lavoro anche in Italia ed è nata la collaborazione tra agenti anche nel settore immobiliare italiano. L’agente dell’acquirente contatta così l’agente del venditore per la conclusione dell’affare ed ognuno ricevere il compenso pattuito solo dal proprio cliente. E’ un bel vantaggio dato che così sarete sicuri che lavorerà solo ed esclusivamente per il vostro interesse!

Ma non è solo questo. Un agente immobiliare non si limita a mettere in contatto la domanda con l’offerta e a far visitare un immobile. Il suo lavoro consiste anche nello studiare i documenti relativi all’immobile sotto anche l’aspetto fiscale, catastale ed ipotecario, in modo tale da tutelare il proprio cliente per tutta la durata della trattativa, fino al momento del rogito notarile. Oltre a questo, un agente può conoscere in linea di massima anche le procedure per chiedere un mutuo in banca ma anche come organizzare un trasloco e ti può segnalare perfino idraulici, muratori, carpentieri bravi della zona ma anche i migliori assicuratori ed avvocati della città! Si configura, pertanto, come un professionista del mercato immobiliare a 360 gradi! Solitamente, è di buona presenza, cortese, con senso degli affari, abile negoziatore con ottime capacità comunicative e capace di trattare con le persone. Per saper fare bene veramente il suo lavoro deve avere, inoltre, una grande capacita: l’organizzazione del proprio tempo. L’agente deve essere 2.0! Internet giocherà un ruolo cruciale nel processo. Secondo recenti studi, oggi quasi l’89% di coloro che cercano casa iniziano la loro ricerca su Internet. L’agente a cui volete affidarvi deve usare il web efficacemente, Deve essere attivo sui social media. veloce nelle risposte  alle e-mail.  Deve essere a suo agio su internet, capace di gestire annunci online, caricare foto, rispondere alle e-mail ed essere operativo ed efficiente sul web, insomma un agente 2.0. Infine, deve essere un agente con cui andate d’accordo. Dovrete passare del tempo con lui, quindi assicuratevi che vi piaccia parlare e condurre affari con il vostro agente. Un agente amichevole, aperto e onesto può fare la differenza e può rendere il processo di acquisto o di vendita un’esperienza semplice e positiva. Ovviamente cropped-obim_512.png vi offre tutto questo!

Articoli Correlati

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.